Contatori e autolettura: facciamo chiarezza

L'autolettura dei contatori è la lettura autonoma dei consumi di luce e gas e assume un ruolo importante nel monitoraggio delle spese relative alle utenze domestiche. Essa permette, infatti, di avere delle bollette sempre in linea con i propri consumi.

La situazione in Italia

Nel corso degli anni, nelle abitazioni italiane si sono susseguite una serie di sostituzioni legate alle diverse generazioni di contatori di luce e gas: dalla tradizionale tecnologia meccanica agli attuali elettronici e agli innovativi smart meter. Questa evoluzione, scaturita a seguito degli obblighi dettati da ARERA, ha avuto e ha tutt’oggi lo scopo di semplificare il processo di monitoraggio energetico. Grazie a queste nuove tecnologie è stata introdotta la telelettura, un sistema che permette al distributore di accedere direttamente ai dati di consumo dell'utente anche a distanza. Questo meccanismo facilita la trasmissione di informazioni al fornitore, garantendo così una fatturazione basata sui consumi effettivi anziché su stime approssimative. Potrebbe ora sorgere il dubbio sul perché, data l’esistenza di questa modalità di lettura, convenga sempre e comunque fare l’autolettura.

Perché è importante l’autolettura?

Come prima accennato, con i nuovi dispositivi la trasmissione e la ricezione dei dati relativi ai propri consumi vengono gestite autonomamente tra distributore e venditore. Nonostante questo passaggio diretto la lettura autonoma da parte dell’utente è comunque importante. Infatti, nella trasmissione dei consumi è possibile che si verifichino problemi tecnici che impediscono l’invio delle informazioni da distributore a fornitore o che ne rallentano la ricezione. In altri termini, se a fine mese il venditore non ha ricevuto i dati dei consumi effettivi si troverà costretto a procedere con la fatturazione di consumi stimati. Ne consegue, dunque, la possibilità di pagare di più di quel che si è realmente usufruito.

Autolettura di luce e gas: c’è differenza?

Ad oggi, le problematiche legate alla ricezione dei dati riguardano quasi esclusivamente il gas metano. Questo fenomeno è dovuto principalmente al differente metodo di trasferimento dei dati. Infatti, mentre i consumi della luce vengono trasferiti attraverso cavi, nel caso del gas le informazioni passano tramite una scheda SIM inserita nel contatore. Spesso, questi ultimi sono posizionati in ambienti domestici in cui la ricezione del segnale può essere compromessa, il che può causare difficoltà nella trasmissione dei dati al distributore. Il consiglio è dunque, per prevenire situazioni in cui i costi in bolletta non coincidano con i consumi reali, di effettuare l’autolettura dei propri contatori del gas e di comunicare le informazioni raccolte direttamente al proprio venditore.

Da non trascurare, tuttavia, è anche il controllo delle bollette della luce. In questo caso, proprio perché la trasmissione dei consumi effettivi è solitamente assicurata, verificare periodicamente la dicitura dei consumi può rivelarsi un’ottima misura preventiva. Se due o tre bollette consecutive riportano consumi dell’energia elettrica stimati e non rilevati, molto probabilmente il contatore potrebbe essere guasto.

Leggere i consumi del gas

Dunque, come si effettua l’autolettura del gas? La lettura autonoma dei contatori del gas varia in base alla tipologia di contatore:

  • Contatore meccanico: sono da comunicare le cifre che antecedono la virgola, ovvero quelle di colore bianco. Sono, invece, da tralasciare quelle rosse, che corrispondono ai decimali.
  • Contatore elettronico: premere il pulsante di accensione per vedere nel display i dati relativi ai propri consumi. Anche in questo caso sono da comunicare unicamente i numeri prima del punto, tralasciando sia gli zeri che i decimali che lo succedono.

A chi devo mandare i dati dei miei consumi?

Dopo aver individuato i consumi delle utenze, è necessario comunicarli al proprio fornitore.

Per riportarci i tuoi consumi è richiesto il codice autolettura che si trova nella prima pagina della bolletta o che ricevi via SMS. Successivamente, è possibile contattare il numero verde 800.03.02.95 o accedere all’area riservata.

Società Servizi Energia srl - Società Benefit
Piazza Risorgive, 31 - 36040 Brendola (VI)
Chi siamoI nostri ufficiDove operiamo
0444 601360
segreteria@ssenergia.com
P.IVA 02981930247
Numero REA VI - 289904
Capitale sociale 100.000 euro interamente versati
Società Servizi Energia SRL Società Benefit è conforme alla norma UNI ISO 9001:2015 per i seguenti servizi: erogazione del servizio di vendita gas metano ed energia elettrica a mezzo rete
kiwa accredia loghiArea riservata al personale
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram