Economia green: aziende italiane sempre più attente all’ambiente

Economia green: aziende italiane sempre più attente all’ambiente

Secondo l’indagine Fondazione Symbola – Unioncamere sono state circa 300 mila le imprese italiane che nel 2019 hanno investito nell’economia green, il dato più alto da quando Symbola e Unioncamere hanno cominciato a misurare gli investimenti sulla sostenibilità. Altro dato interessante che emerge dalla decima edizione del Rapporto GreenItaly: i green jobs in Italia occupano 3,1 milioni di lavoratori, il che equivale al 13,4% degli occupati totali.

Economia green: boom negli ultimi 10 anni

Le aziende si sono, nello specifico, impegnate a ridurre l’anidride carbonica emessa e a risparmiare energia, a ridurre i rifiuti e a tagliare il consumo di acqua. Se di economia circolare fino a non molti anni fa si parlava solo nelle riviste specializzate, oggi l’Italia è il Paese europeo con la più alta percentuale di riciclo sulla totalità dei rifiuti (urbani, industriali, ecc.): il 79%. Nell’ultimo decennio, l’Italia è stata inoltre il settimo paese per investimenti nelle energie rinnovabili. Prima di noi solo Cina, Usa, Giappone, Germania, Gran Bretagna e India.

I più giovani investono maggiormente nell’economia green

Investire nell’economia green sembra dipendere anche dall’età di chi guida un’impresa. Tra gli under 35, infatti, il 47% ha fatto investimenti nell’economia green. La percentuale si abbassa al 23% nelle ditte guidate da over 35. Non solo: l’attenzione da parte degli imprenditori per l’ambiente sembra andare di pari passo con quella per il benessere economico e sociale dei propri dipendenti e della comunità di appartenenza.

L’Italia, anche sotto lo spinta dei giovani imprenditori, ha tutte le carte in regola per ricoprire un ruolo di primo piano nell’economia sostenibile.

 

 

About the Author
HaSSenergia