Bonus caldaie 2020

Bonus caldaie 2020

Con la nuova Manovra Finanziaria è stato rinnovato il bonus dedicato alle caldaie del 65% e del 50%. Questo sgravio fiscale fa parte del più ampio Bonus Casa.

In questo post, vedremo come funziona il bonus caldaie 2020, chi ne può usufruire e quali sono i requisiti per potervi accedere.

 

Chi può usufruire del bonus caldaie 2020

Lo sconto fiscale previsto dal bonus caldaie 2020 è richiedibile, come le altre misure del Bonus casa 2020, non solo dal proprietario dell’immobile che è oggetto dell’intervento, ma anche da chiunque ne abbia diritto (ad esempio, dall’affittuario dell’immobile stesso).

 

Come funziona il bonus caldaie 2020

Per chi installa una nuova caldaia a condensazione di classe A con valvole termostatiche, bonus caldaie 2020 prevede una detrazione fiscale pari al 65% della cifra spesa. Chi installa una nuova caldaia a condensazione di classe A senza valvole termostatiche ha diritto, invece, a una detrazione del 50%. Infine, chi installa una caldaia di classe B o inferiore non riceve alcuna detrazione.

La detrazione ottenuta dovrà essere divisa in 10 rate annuali di pari importo che dovranno essere portate in detrazione a partire dalla dichiarazione 2021.

Come richiedere il bonus caldaie 2020

Le pratiche per ottenere il bonus caldaie 2020 sono un po’ più lunghe rispetto ad altre misure bonus. Per prima cosa, è necessario effettuare il pagamento con un bonifico “parlante” o utilizzando altri sistemi di pagamento che siano tracciabili. Inoltre, è necessario conservare la documentazione che viene rilasciata dal tecnico che ha effettuato l’intervento.

Bisogna, poi, trasmettere all’ENEA (Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente) la scheda informativa degli interventi effettuati e l’attestazione di classe energetica entro 90 giorni dall’installazione della caldaia.

 

Le novità di bonus caldaie 2020

Dal 1° luglio 2019, si poteva ottenere lo sconto previsto da bonus caldaie in due modi:

  • Tramite una detrazione Irpef in 10 anni con conseguente comunicazione all’ENEA;
  • Tramite uno sconto immediato in fattura, senza l’obbligo di comunicazione all’ENEA.

Con la Manovra 2020, il bonus caldaie 2020 non prevede più la seconda modalità. Come abbiamo spiegato prima, lo sconto deve essere diviso in 10 importi uguali e ognuno di questi deve essere comunicato nella dichiarazione dei redditi, a partire dall’anno successivo alla spesa sostenuta.

 

 

About the Author
HaSSenergia